“FACCIA”, POP-ROCK CANTAUTORALE ALL’INSEGNA DELLA POSITIVITÀ

Riccardo Maffoni 01_musicaintornoRiccardo Maffoni si propone con quest’uscita discografica dal classico sapore cantautorale. E ci mette la “Faccia”.

Certamente, la sua visione sociale a tutto tondo affiora in una canzone come “Provate voi”. Nella seconda track, “Faccia”, affiora la speranza che la musica ci può dare. Successivamente in “Cambiare” il dato pop-rock emerge nella sua efficacia. Ancora in “L’uomo sulla montagna” s’afferma una certa lena visionaria che non guasta nell’economia del disco.

In “Sotto la luna” la vis poetica di Maffoni si caratterizza nelle sue sfaccettature leggere, senza per questo risultare scontata. In “Quello che sei” il nostro lascia apparire una vena amara in tinte un’altra volta pop tricolore. In “Le ragazze sono andate” Maffoni suona un brano acustico che, focalizzandosi sulle donne, è inevitabilmente struggente, senza facile retorica. In “Mi manchi di più” un ritratto amoroso è dipinto a tinte easy listening ‘80. In “Sette grandi” un’accelerata ritmica ed un testo brioso rendono questa raccolta di brani più varia.

Riccardo Maffoni 02_musicaintornoIn “La mia prima constatazione” si avverte la stessa convinzione della canzone di cui prima: pop-rock cantautorale all’insegna della positività. In “Il mondo va avanti” la visione dell’esistente di Maffoni si conferma al plurale, lasciando amaramente accesa la fiaccola dell’ottimismo. In “Senza di te” una lenta istantanea sulla solitudine amorosa si ammanta di colori chiaroscurali. In “Scala D” s’accenna un episodio acustico con tanto di cori. Nel brano finale “Tommy è felice” il pianoforte fa la sua buona figura, confortato da un testo dalla creatività realistica, tale da alzare ulteriormente il dato qualitativo del disco.

 

Giandomenico Morabito

Related posts