LA DEA MUSICA. SEDUCE, AMMALIA, CONQUISTA

Seduce, ammalia, conquista.

Era Lili in Shanghai Express, Vivian in Pretty woman, la Dorian Gray cantata da Teddy Reno. Nostra Signora delle Sette Note è la “malafemmena” della città.

Passionale e voluttuosa; ora algida e risoluta, nasconde un animo sensibile e generoso; o ancora la ragazza bruttina divenuta bellissima, una volta tolti gli occhiali. Dappoi l’ascoltatore, il follower, l’avventore dell’ultima ora si sarebbero accorti che in realtà era proprio loro che voleva. Neppure noi ci siamo sottratti al suo richiamo, quando, ammiccando dal ciberspazio, ci invitava a seguirla: lei, la dea Musica, Musica Intorno.

Alberga in un luogo come onda sonora in continua espansione; un luogo in cui conoscere, fruire e condividere “buone vibrazioni”; un luogo privilegiato che, dalla virtualità delle recensioni di album e di artisti, si concretizza nella partecipazione agli eventi seguiti e promossi dal magazine. Un luogo democratico, in cui a prendere la parola sono le rinunce, la tecnica, lo stile, che hanno portato e continuano a portare gli esponenti di ogni ambiente musicale a confrontarsi con il palco. Ovunque esso si trovi.

 

Veniteci a trovare, l’indirizzo di casa è www.musicaintorno.it, vi aspettiamo!

Capricciosa come il destino, anelata come la fama, si concede a chi la riesce a trovare, e si nutre di meraviglia e bellezza. Quarta di nove muse, vuole grinta da vendere e costa sudore. Promette gavetta infinita, minaccia successo, e vibra, la dea Musica. Ammaliandoti per rivolgerle ancora un tributo. A proposito, la dea in copertina è la giunonica Jeanne Duval. Ed è tutta un’altra musica!

 

Gino Morabito

Related posts