UN UOMO CON LA MUSICA NEL CUORE. SIGNORE E SIGNORI, AL BANO

Al Bano01_musicaintornoUn uomo “alla luce del sole”, Al Bano Carrisi, nella vita privata, come in quella pubblica. Un artista che, con tenacia, caparbietà, tecnica, bravura, grinta da vendere e quel quid straordinario che decretano la longevità di una carriera sulla cresta dell’onda da più di cinquant’anni; un percorso artistico costellato di emozioni: le proprie, e quelle di chi lo ascolta.

«Al Festival si punta sempre sulle emozioni,» risoluto il cantante di Cellino San Marco, in risposta a una nostra punzecchiatura circa le corde toccate dal suo brano “Di rose e di spine”, in gara alla 67ª edizione della kermesse musicale dell’Ariston.

«Se consideriamo una specie di Sanremo giovani degli anni Sessanta, le partecipazioni sarebbero sedici» precisa divertito.

La prima ufficiale risale al 1968 con il brano “La siepe”, passando per tre terzi premi (“Nostalgia canaglia” del 1987, “Cara terra mia” del 1989, “Amanda è libera” del 2011), due secondi piazzamenti (“Felicità” del 1982, “Nel perdono” del 2007) e la storica vittoria, con “Ci sarà”, arrivata nel 1984.

«Dopo Sanremo una serie di concerti e un cd in uscita durante il Festival» i prossimi impegni artistici di “un vero uomo che cade, ma si sa rialzare”.

Ai figli e alle generazioni future vorrebbe tramandare di continuare a credere nei propri sogni, Al Bano, con la musica nel cuore; «un cantante che, con la sua voce, riesce ancora a emozionare.»

“C’è silenzio d’attesa, un leggero ronzio delle casse, l’emozione è vibrante. Il maestro, sulla destra, dà l’attacco con la bacchetta… E lì un uomo, dritto in piedi davanti alla platea, si schiarisce la voce. E canta”.

Signore e signori, Al Bano.

Al Bano09_musicaintornoMi verrebbe da cominciare questa chiacchierata chiedendo subito: “Come va, come va? Tutto ok, tutto ok? E il cuore?”

«Grazie a Dio, tutto ok… tutto ok!»

Indagando ancora quel “motore” misterioso… La tua filosofia, la tua fede, gli amori, le vicende della vita… fanno sempre e comunque rima “Con la musica nel cuore”? Esiste una stanza nascosta da svelare all’occorrenza? Qual è il segreto di vita da tramandare ai figli?

«La musica è e resterà sempre nel cuore. Non esistono stanze segrete in me: tutto alla luce del sole, e ai figli (e ai giovani in generale) vorrei tramandare di continuare a credere nei loro sogni.»

Canzoni come dialoghi interiori, come storie da narrare. Qual è quella che non potresti fare a meno di raccontare? E di raccontarti?

«Tutte le canzoni raccontano qualcosa e spesso raccontano anche vicende personali: fatti interiori che possono comunque considerarsi universali.»

Ieri, “una sera a sorpresa, la luna accesa e la radio che va”… Oggi è cambiato qualcosa rispetto alla percezione della felicità per il signor Al Bano Carrisi di Cellino San Marco? L’ultima volta che ti ricordi di essere stato felice?

«Spero non ci sia mai un’ultima volta che sono stato felice, e la percezione della felicità credo sia in quelle cose semplici che vengono ricordate nella canzone.»

Al Bano06_musicaintornoSenza pensarci troppo… a cosa non rinunceresti nemmeno per tutto l’oro del mondo?

«Alla serenità.»

La serenità è un percorso stretto e tortuoso, fatto di… Di rose e di spine”. Una romanza d’altri tempi, orchestrale e molto romantica. Un brano in controtendenza per accendere i riflettori sui vecchi e cari sentimenti? Alla roulette festivaliera Mister Carrisi punta tutto sulle emozioni?

«Una romanza che rappresenta al meglio la musica italiana, anche quella tipica di Sanremo. Al Festival si punta sempre sulle emozioni.»

Quindicesima partecipazione alla kermesse musicale, eguagliando così il record di presenze attualmente detenuto da Toto Cutugno, Milva e Peppino Di Capri. Dopo aver tagliato il traguardo delle partecipazioni a San Remo, che cosa?

«Dopo Sanremo una serie di concerti e un cd in uscita durante il Festival. Le partecipazioni, se consideriamo una specie di Sanremo giovani degli anni Sessanta, sarebbero sedici.»

Vorrei concludere la nostra chiacchierata, così come invece avrei dovuto cominciare… Signore e signori, Al Bano. Ovvero?

Al Bano02_musicaintorno

«Un cantante che, con la sua voce, riesce ancora a emozionare.»

 

 

Gino Morabito

Related posts