“IL LATO RUVIDO”, PUNKREAS

 

Punkreas Il lato ruvido_musicaintornoCanapa Dischi/Rude Records/Garrincha Dischi, 2016

Decimo album in studio per i Punkreas, solido gruppo punk-rock della scena alternativa italiana.

 

 

 

 

“Salta” apre letteralmente le danze, imponendosi per il suo impatto e per il testo festaiolo. La seconda track “Mediterraneo coast to coast” è un ficcante inno critico all’incontro con l’immigrato, episodio che fa ritornare la band su temi d’impegno sociale. Il terzo brano s’intitola “Dal tramonto all’alba” ed è una fresca panoramica sulla generazione odierna ed il suo stile di vita. Il quarto pezzo del cd è “In fuga” e prevede la partecipazione de Lo Stato Sociale: classica song sull’attitudine trasgressiva della band lombarda.

Punkreas_musicaintornoLa successiva “Mi piace” è un’allegra canzone sul mondo di Internet. Si prosegue nell’ascolto con “Il lato ruvido”: manifesto “estetico” del combo, volendosi distinguere in tutto e per tutto dal resto del panorama indipendente (“Dov’è il tuo lato ruvido?”). Ulteriore contributo al dato sociale di questa raccolta musicale è “800588605”: invettiva sulla repressione delle forze dell’ordine contro la gente comune ed inerme.

 

“E tu cosa vuoi?” è l’ennesima “bastonata” rock, che si caratterizza per il suo testo polemico. “Modena-Milano” prevede la collaborazione con i Modena City Ramblers: altro episodio di protesta del cd. “Condannato alla realtà” si basa sulla critica alla televisione cosiddetta “trash”. “Va bene così” include la presenza di Shiva, che si fa valere per il suo inserto hip-hop. La finale “Picchia più duro” è un’ariosa punk-song, che assicura l’ottima qualità di quest’ultima proposta musicale dei Punkreas.

 

Volume alto!

 

Giandomenico Morabito

 

 

Related posts