STEFANO BOLLANI E L’UNIVERSO PARALLELO DI NAPOLI TRIP

 

Stefano Bollani Napoli Trip1_musicaintornoUniversal Music Italia di Milano.

Stefano Bollani presenta il nuovo album Napoli Trip (uscito il 27 maggio in Italia e in cinque paesi d’Europa) che si appresta alla pubblicazione mondiale il prossimo 17 giugno.
 

Lunedì 30 maggio. La città di Milano si è svegliata sotto ad uno scrosciante temporale, che sembrava non accennare a smettere; poi il cielo ha concesso una tregua e anche il sole ha fatto ritorno. Sarà la potenza della musica, ho pensato? Sembra proprio così, del resto pensando a Napoli, non può che venire in mente il sole, o meglio’O sole mio, traccia presente tra le 16 contenute in Napoli Trip, il nuovo album che presenta oggi Stefano Bollani.

 

Si inizia subito con la musica. Il compositore di Milano, cresciuto a Firenze, saluta e si siede al piano per eseguire tre brani, tra cui l’omaggio al grande e indimenticabile maestro Renato Carosone con Caravan petrol: «Una persona seria che fa tante cose insieme… è stato lui a traghettarmi da ragazzino verso il jazz» dichiara.

Stefano Bollani Napoli Trip2_musicaintorno

«Napoli è energia, un’energia che viene dal sottosuolo – dice Stefano – che genera grandi problemi, ma anche grandi gioie, uno spirito che la tiene in un universo parallelo, diverso dal nostro». Napoli Trip è un progetto nato dall’amore per artisti come Pino Daniele e Renato Carosone.

 

In questo disco Bollani si avvale di “diversi complici” tra cui Daniele Sepe, incontro importante per la tradizione popolare: «Mi ha riempito di dischi» rivela. Ascolti che gli hanno permesso di incontrare e cucire assieme, realtà musicali differenti: Raffaele Viviani, Ria Rosa, Totò, i Napoli Centrale, per citarne alcuni, ma anche Domenico Scarlatti: “Avevo bisogno di piccole perle” afferma.

Stefano Bollani Napoli Trip3_musicaintornoUn altro fondamentale compagno di viaggio è il dj norvegese Jan Bang: «Incontrato ad un festival 2 anni fa». Jan Bang ha elaborato “un affresco” inserendo ‘Nu quarto ‘e luna e ha costruito il brano su cui il nostro artista ha aggiunto il pianoforte.

Nelle 16 tracce dell’album non c’è cantato, tranne in una canzone di Lorenzo Hengeller che Bollani ha voluto accompagnare con la sua voce. Musicisti come Nico Gori e Manu Katche sono tra gli altri ospiti che collaborano con Bollani per la prima volta e che, come lui stesso afferma, senza un filo comune: «Sono riusciti a comunicare anche in modo divertente, e ha funzionato».

Stefano Bollani non è solamente un pianista tra i più noti e talentuosi, che vanta collaborazioni con artisti di fama internazionale, è una persona allegra, disponibile e simpatica che ama intrattenere con le parole. Lo racconta anche nel suo libro Parliamo di musica: «Da bambino io volevo far ridere gli amici, il pubblico occasionale, chiunque. E volevo l’applauso perché avevo fatto ridere. Non volevo sentirmi dire “bravo”: non ho mai considerato la musica e il palcoscenico in termini di bravura, di abilità, di gara». Infine, ci saluta.

Stefano Bollani Napoli Trip4_musicaintorno

Napoli Trip è un viaggio in musica per le strade e i vicoli di Napoli, che ci conduce alla scoperta di atmosfere diverse tra loro in un affascinante “universo parallelo” tutto da scoprire.
NAPOLI TRIP – TOUR ESTIVO

LUGLIO 2016

15 VERRUCCHIO – 16 ANCONA – 17 PERUGIA – 18 SAN GIOVANNI VALDARNO – 19 NAPOLI – 20 ROMA – 21 CERVO LIGURE – 22 MONFORTE D’ALBA – 23 VILLA FRANCA VERONESE
AGOSTO 2016

5 ARBATAX – 6 FOLLONICA – 7 BORGIA – 13 SULMONA – 19 TAORMINA
Annalisa Belluco

 

Related posts