“PER TUTTI QUESTI ANNI”, IL VIAGGIO MUSICALE DI ZUIN

Massimo Zuin pubblica “Per tutti questi anni” (Volume!, 2018) e ci propone musica pop matura a partire dalla canzone introduttiva “Fantasmi”, per poi dar sfoggio di capacità ritmica nella seguente “Io non ho paura”.

In “Monza Saronno” il viaggio musicale di Zuin si contorna di riflessività intimistica. “Hannah Baker” si caratterizza ancora per la verve testuale di Massimo (una certa volontà generazionale d’emergere) e per la grinta delle due chitarre: una tra le braccia dello stesso Zuin e l’altra tra quelle di Claudio Cupelli. “Credimi” accresce il tasso emozionale dell’album.

“Oh mio Dio” conferma la linfa creativa di Zuin con un testo un po’ colorito. “Sottopelle” è un brano dai tratti amorosi: slow song per anime romantiche. “Caro amico (ti sfido)” è un altro brano lento: ritratto di un Io alla ricerca di sé stesso. “Il profumo di un albero” ci regala pregnanza testuale per l’ennesimo itinerario esistenziale.

La finale “Bianco” (feat. Daniela D’Angelo”) è la gemma pop, che offre la definizione di una caratura autoriale leggera, ma mai melensa. Per cultori di pop italiano.

 

Giandomenico Morabito

Related posts