“MASCHERE”, IL VEDO NON VEDO NELL’OPERA POP DI ANDREA DONZELLA

Il palermitano Andrea Donzella racconta frammenti ed emozioni di vita, mai disvelata del tutto; filtri applicati come “Maschere” (2018) da indossare all’occorrenza.

Nel suo ultimo lavoro autoprodotto ci propone un pop arioso che si dipana canzone dopo canzone, scorrendo questa raccolta. Brani come “Mille cose da salvare” e “Quante volte avrei voluto” certificano il dato di una visione musicale vivida.

“Ogni volta io” è invece un momento più riflessivo. “La vita è così” e “Non ci sei” sono momenti pop in cui introspezione e sentimento si coniugano. “Ho fatto tutto” è nuovamente musica leggera dal testo un po’ amaro. “Non è successo niente” è un altro episodio sull’amore e la libertà individuale. La finale “Se tornerai” conferma l’imprimatur affettivo di Donzella.

 

Giandomenico Morabito

Related posts