“LA DINAMICA DEGLI ADDII”, TRA SIMBOLISMO CHIAROSCURALE E VIVIDO IMMAGINARIO

La formazione dei Di Viola Minimale comprende Davide Cusumano (voce e chitarre), Giulio Di Salvo (chitarre), Andrea Sciacca (batteria e percussioni) e Salvo Pepi (basso).

Il gruppo ragusano si ripropone nella scena nazionale con l’Ep “La dinamica degli addii” (Ai margini del suono Records, 2018), che si caratterizza per le sue geometrie soniche.

Infatti i chitarrismi di Cusumano e di Di Salvo s’impongono nella tela compositiva dei brani con le loro note spesso dolenti. Non per questo passano in secondo piano i testi che si basano, ora su simboli chiaroscurali (“L’anamnesi”), ora su una realtà immaginaria accattivante (“I campi delle imperfezioni”), su un’insofferenza generazionale che può ammorbare (“Torneremo a vivere”), su un esistenziale ricco di vividezza (“La dinamica degli addii”) ed infine sul vuoto emotivo (“Realmente noi”).

Prova credibile.

 

Giandomenico Morabito

Related posts