MANNARINO, APRITI CIELO E I COLORI DELLA VITA

Mannarino 06_musicaintornoIl 13 gennaio 2017 il cantautore romano Alessandro Mannarino, noto artisticamente anche solo come Mannarino, dà alla luce Apriti cielo, pubblicato da Sugar Music e Leave srl e distribuito da Universal Music Italia. Dopo essersi posizionato al primo posto della classifica FIMI album, è diventato protagonista di un tour, ripartito il 1° luglio da Molfetta (BA) e che proseguirà fino agli inizi di settembre.

Il quarto album prodotto da Tony Canto e dal cantautore romano Mannarino, è stato registrato con la collaborazione di oltre trenta musicisti, tra cui Enzo Avitabile al sax nel brano Vivo e del percussionista brasiliano Mauro Refosco. Mixato da Michael H.Brauer, ingegnere del suono che vanta importanti collaborazioni con artisti come Coldplay e Bob Dylan, tra gli altri. Completa questo lavoro meticoloso, il mastering eseguito da Joe La Porta dello Sterling Sound di New York, che annovera tra i suoi ultimi lavori l’album Blackstar di Bowie.

Mannarino 07_musicaintornoApriti cielo è un titolo che si presta a interpretazioni di significato e “colore” differente. Può infatti voler rappresentare un’esortazione speranzosa e, al tempo stesso, una esclamazione. Nello specifico si tratta di un disco blues-folk-etnico. I temi trattati, riguardano la fuga e l’amore. Le nove canzoni raccontano di personaggi e metafore appartenenti al mondo attuale, sbiadito dal grigiore della crisi. La chiave di lettura è tutt’altro che di denuncia. Il tentativo, caso mai, è quello di restituire alla vita i suoi colori attraverso la ricerca della bellezza, come unica possibilità di salvezza. “Siamo noi che mettiamo i significati nelle cose della vita, possiamo trovare un senso positivo o negativo a tutto quello che viviamo… questo è un po’ il significato del disco: la tua vita dipende da te“. Alcune tra le parole, con cui Alessandro Mannarino, racconta di questo nuovo lavoro.

La bellezza di ogni creazione musicale, tuttavia, è anche quella di non volersi necessariamente incasellare in un preciso significato. La musica regala una libertà a chi la ascolta: quella di coglierne le sfumature e trarne un personale messaggio.

Il cantautore pop-folk in questo album fa “ballare la tristezza”, proprio come accade nella spirituale saudade tipica della musica brasiliana, genere musicale di cui Mannarino, si dichiara innamorato da tempo. Principalmente ispirato dalla poetica di Vinicio de Moraes e attraverso l’ascolto in particolare, di artisti come Gilberto Gil e Chico Buarque. Un viaggio che parte da Roma – titolo della traccia numero 1 – e racconta di una città senza poesia che deve trovare la forza per rialzarsi. Apriti cielo è anche il singolo che ha preceduto l’uscita dell’omonimo disco, veicolato attraverso un videoclip scritto dallo stesso Alessandro Mannarino e girato da Paolo Mannarino. Un racconto visivo in cui protagonisti sono due ragazzi che corrono – o forse è più appropriato dire “fuggono”- da una situazione non ben definita ma che rappresenta il tentativo e la speranza di salvezza. Il video ha registrato più di mezzo milione di visualizzazioni sul canale Vevo. “Lasciateme passà che non ho tempo/Ho già dormito tanto/Adesso ho un grande appuntamento

L’appuntamento per tutti è sicuramente con l’Apriti cielo tour estate 17; in particolare, vi segnaliamo le date del prossimo 31 agosto a Palermo e il giorno dopo al Teatro Antico di Taormina. Modalità di acquisto biglietti e novità relative alle attività artistiche di Mannarino sono disponibili sul sito ufficiale e sul canale sociale di Facebook del musicista, e sul sito di Vivo Concerti.

Alessandro Mannarino, in arte Mannarino, è nato a Roma nel 1979 e si è affacciato al mondo musicale nel 2001, con performances a metà tra il dj e il concerto acustico. Tre album hanno preceduto Apriti cielo: Bar della Rabbia del 2009 che contiene la canzone Me so ‘mbriacato (presente anche nella colonna sonora di Tutto l’amore del mondo. Il film, uscito nel 2010 vede il cantautore romano, interpretare il ruolo del cantante italiano Rocco emigrato ad Amsterdam. Tra i brani rappresentativi della sua produzione, inoltre, Vivere la vita tra i più amati dal pubblico e contenuto in Supersantos del 2011 e Gli animali che ha anticipato l’uscita del terzo lavoro Al monte del maggio 2014. Album che ha riscosso un notevole successo di critica e pubblico e con cui, il cantautore romano, si è aggiudicato il Premio PIMI del Mei in qualità di “miglior artista indipendente”.

Mannarino 08_musicaintorno

Alessandro Mannarino ha inoltre partecipato a diversi festival musicali, è stato protagonista nel cast di Soul Food, presente in live su Radio città Futura, Viva Radio 2 (di Fiorello e Baldini), Radio Popolare e si è esibito per i carcerati di Regina Coeli. È inoltre salito sul palco del concerto Primo Maggio in piazza San Giovanni in Laterano a Roma nelle edizioni 2009 e 2012 e a “L’altro concertone”a Taranto del 2015.

 

 

Annalisa Belluco

Related posts