LORENZO 2018, “CONTROLUCE”

Lorezo Jovanotti 01_musicaintorno1 dicembre 2017: inizia il countdown per l’uscita del nuovo album di Jovanotti!

Mettiamola così, quella frase del suo post sui social: “Per me è la realizzazione di un sogno che faceva parte dei sogni che pensavo rimanessero sogni per sempre” me la sono sentita cucita addosso.

Perché io Jovanotti, quel ragazzo fortunato che lo scorso anno ha compiuto 50 anni e che di smetterla di regalare adrenalina pura non ci pensa nemmeno, l’ho incontrato davvero. Ma il fatto d’attualità è un altro, perché Lorenzo Cherubini ha finalmente dato la notizia che tutti i fans aspettavano da mesi: il suo nuovo album uscirà l’1 dicembre e sarà prodotto da Rick Rubin, quel pezzo di storia della musica mondiale che ha coronato il desiderio del Jova nazionale.

Lorezo Jovanotti 02_musicaintorno“Quando ascoltai ‘Licenced to ill’ dei Beastie Boys e Rick Rubin ero un dj in piccoli locali e con quell’album ebbi un’esperienza di chiaroveggenza, vedevo il mio futuro – racconta Lore sul suo profilo Facebook – sentivo che c’era la possibilità di…

… entrare in contatto con le persone attraverso un linguaggio che non aveva bisogno che io sapessi ‘suonare e cantare’ in senso tradizionale, bastava la mia energia, un giradischi e un microfono.

Che poi, noi che lo seguiamo, questa cosa di Jovanotti l’abbiamo capita subito: lui è uno di quelli che gira il mondo per farsi venire le ispirazioni (come il viaggio in bici dello scorso gennaio in Nuova Zelanda).

Lorezo Jovanotti 03_musicaintornoAlla fine si ispira per davvero e getta giù parole e musica che, messe insieme, fanno un quadro con pennellate studiate, pensate, che per magia hanno l’aria di suonare a caso e che ci stanno tutte alla grande. Come quel giorno, per caso, in cui lo incontrai con la sua bici nella sua Cortona e, per caso, ci facemmo un selfie controluce, diventato, per caso, la foto di tutti i miei profili social.

Lui il disco lo ha registrato a Firenze, per ultimarlo a Malibu (“Con questo nuovo album volevo trovarmi di fronte ad uno spazio aperto, rischioso, essenziale, e soprattutto in grado di farmi sentire esposto e di rimettermi in gioco). Sono aperte le scommesse su quale sarà il titolo del disco (pare che l’hastag “Non ci sono ponti sul Rio delle Amazzoni” sia stato più volte ripetuto sui suoi post ). Io, che una fan lo sono giusto per caso, la butto lì e dico Controluce.

Così, a caso…

 

 

Valentina Chisari

Related posts